Vono (IV),Catanzaro e Rende “Città europee dello sport 2023”

(ANSA) – CATANZARO, 14 SET – «E’ arrivata
l’ufficializzazione: Catanzaro e Rende saranno “Città europea
dello sport 2023″». A seguito della visita effettuata nei giorni
scorsi presso alcuni dei nostri impianti sportivi, la presidenza
di Aces Italia, che ringrazio fortemente, ha comunicato il via
libera alle candidature di Catanzaro, capoluogo di regione, e
della città di Rende, che rappresentano sicuramente un traguardo
storico per la Calabria». Lo afferma, in una nota, la senatrice
Silvia Vono, di Italia Viva.
“Su questa sfida, insieme all’Amministrazione comunale guidata
dal sindaco Sergio Abramo – prosegue Vono – ci abbiamo messo la
faccia fin dall’inizio, al di là delle appartenenze politiche,
avviando un percorso progettuale che ha consentito oggi di
raccogliere i primi meritati frutti. Un risultato ancora più
importante, se si considera che per la prima volta due città
della stessa regione hanno strappato il pass per il
conseguimento di questo prestigioso riconoscimento. Ho sempre
creduto nelle potenzialità e nelle capacità che il nostro
territorio è in grado di esprimere, anche dal punto di vista
dello sport, attraverso le strutture presenti in Calabria, il
Coni, le Federazioni, gli enti di promozione e le tante
associazioni attive. Ora arriva la scommessa più importante,
quella di unire le forze per fare in modo che il titolo di città
europea dello sport sia l’occasione per impegnarsi, tutti
insieme, con l’obiettivo di contribuire alla crescita e allo
sviluppo del movimento sportivo e, in generale, dell’indotto
economico e sociale che, potenzialmente, tale settore può
attivare. Lo sport unisce, elimina le barriere, anche e
soprattutto quelle culturali, e rappresenta uno strumento
importante per il benessere di una società. Con questi buoni
propositi, ci accingiamo ad intraprendere un nuovo percorso che,
sono sicura, porterà benefici importanti a tutto la comunità,
con il coinvolgimento diretto di tanti cittadini di ogni fascia
d’età e di ogni ceto sociale, implementando positivamente la
pratica sportiva per una crescita socio economica del
territorio». (ANSA).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi