Vibo Valentia: Omicidio del 2003, tre rinviati a giudizio

(ANSA) – VIBO VALENTIA, 29 MAG – Il gup di Catanzaro, Claudio
Paris ha rinviato a giudizio dinanzi alla corte assise del
capoluogo di regione, tre persone accusate a vario titolo di
omicidio e tentato omicidio in relazione all’assassinio di
Raffaele Fiamingo, ucciso nel luglio del 2003 nel territorio di
Spilinga, mentre il tentato omicidio è quello ai danni di
Francesco Mancuso, alias «Tabacco», avvenuto contestualmente
all’uccisione di Fiamingo.
I tre rinviati a giudizio sono Antonio Prenesti, difeso dagli
avvocati Francesco Sabatino e Salvatore Staiano; Domenico
Salvatore Polito, assistito dagli avvocati Enzo Galeota e
Domenico Soranna, e il presunto boss Cosmo Michele Mancuso,
difeso dall’avvocato Guido Contestabile. L’unica posizione
stralciata è quella di Giuseppe Antonio Accorinti, presunto boss
di Zungri, rispetto alla quale gli avvocati Sabatino e Giuseppe
Bagnato hanno eccepito la nullità della richiesta di rinvio a
giudizio per omesso interrogatorio. Il gup, ha quindi disposto
la restituzione degli atti al pm. Accorinti per questo processo
è libero a seguito di annullamento della Corte di cassazione ma
rimane detenuto per l’operazione «Rinascita-Scott». (ANSA).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi