Trasferta farsa per la Reggina a Rieti. 0-3 a tavolino

A Rieti va in scena l’ennesima farsa di un calcio malato. Una gara che non si doveva giocare e che alla fine non si è giocata. Prima lo sciopero dei giocatori laziali per i ben noti problemi del club, poi la decisione di mandare in campo la Berretti e alla fine l’irregolarità nella distinta. Già perchè Rieti-Reggina non si gioca per una irregolarità nella distinta presentata dal Rieti che segnala come tecnico in panchina il tecnico della Berretti, privo però di patentino per andare in panchina in LegaPro. 45 minuti di tempo per risolvere il problema e inserire un allenatore abilitato. 45 minuti che trascorrono senza che una soluzione venga individuata e quindi tutti a casa. Alla Reggina, arrivata a Rieti nella giornata di sabato in aereo con organico al completo, andranno i 3 punti a tavolino, al Rieti verrà dato un punto di penalizzazione in attesa di capire se la società risolverà i propri problemi o lascerà anzitempo questo torneo. Nel caso in cui il club venisse escluso già nel girone d’andata,a tutte le squadre che con il Rieti han fatto punti verrebbero sottratti gli stessi punti. Discorso diverso se la rinuncia dovesse avvenire nel girone di ritorno. In quel caso ci sarebbero vittorie a tavolino per tutte. Eccola qui, l’ennesima e con ogni probabilità non ultima, farsa di questo campionato

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi