Taurianova (RC): Scoperto essiccatoio con 7.000 piante marijuana

Un grande capannone industriale
in disuso utilizzato per realizzare un enorme essiccatoio di
piante di marijuana. Lo hanno scoperto nella piana di Gioia
Tauro i Carabinieri della Compagnia di Taurianova insieme ai
“Cacciatori” dello Squadrone eliportato di Vibo Valentia.
Nel corso di un rastrellamento in un’area rurale di Contrada
Torre Lo Schiavo, i carabinieri delle Stazioni di Taurianova e
Cittanova e dei Cacciatori, hanno percepito un forte odore di
marijuana proveniente da un vecchio frantoio abbandonato in
un’area impervia a Taurianova. Una volta entrati, i militari
hanno scoperto un vero proprio essiccatoio «industriale», con
centinaia di fili di spago attaccati a delle intelaiature in
ferro poste sulle pareti, a creare una distesa di piante sospese
e distanziate tra loro, per consentirne l’ottimale essicazione.
Presenti anche dei grandi ventilatori alimentati da un allaccio
abusivo alla rete elettrica pubblica.
Nella struttura sono state trovate circa 7 mila piante di
altezza variabile tra mezzo metro e 1 metro, per un quantitativo
stimato in oltre 350 kg di sostanza stupefacente che, una volta
venduta al dettaglio, avrebbe fruttato alla criminalità oltre 3
milioni di euro. Le piante, secondo gli investigatori,
potrebbero essere state trasportate da alcune piantagioni già
estirpate e fatte crescere nella Piana di Gioia Tauro.
I carabinieri di Taurianova svolgeranno adesso tutti gli
accertamenti necessari per individuare i realizzatori della
piantagione industriale. (ANSA).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi