Tappa a Vibo Valentia degli attori di “Terra Mia” in tour contro la ‘ndrangheta

“Con gli studenti, con le associazioni, con gli allievi della polizia, per partire dai giovani e costruire concretamente la speranza, noi lo faremo con un tour contro la ndrangheta, in Calabria ed intendiamo farlo per l’intero Sud”. A dirlo sono, collettivamente, i protagonisti della pellicola ‘Terra Mia, non è un Paese per Santì di Ambrogio Crespi, annunciando il tour calabrese. Il film che denuncia la criminalità organizzata e che racconta la rivincita dello Stato, con i buoni esempi, è per due giorni a Vibo Valentia, oggi e domani, poi continuerà il tour in tutto il Sud, un’idea nata dal regista e che ha, subito, registrato l’adesione delle preside ‘coraggiò Mimma Cacciatore e del parroco anticamorra Don Luigi Merola.
“Parlare agli studenti, con le associazioni e nelle scuole, è il modo migliore per costruire una nuova Calabria – dice Crespi – La rivincita della Calabria, contro la ndrangheta, l’impegno contro la criminalità, può partire solo dai ragazzi, dai giovani”. La pellicola, parte dalla Calabria, racconta di San Luca per parlare di tutto il Sud, ed ha vinto nella sezione documentari della settantatreesima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Salerno.
Nel film, di Index Production e con produzione Proger spa, Klaus Davi, il dirigente scolastico di San Luca Mimma Cacciatore, i testimoni di giustizia Gaetano Saffioti e Benedetto Zoccola, il giornalista d’inchiesta Michele Inserra, il comandante dei Carabinieri Cosimo Sframeli e poi ancora Luciana Careri, fidanzata del carabinieri ucciso dall’Ndrangheta ed il prete anticamorra Don Luigi Merola.

A Vibo Valentia le proiezioni di oggi e domani iniziano questa mattina all’auditorium della scuola Allievi di Polizia ‘Andrea Campagnà, per iniziativa dell’istituto comprensivo ‘1 Circolò. All’iniziativa i saluti del Questore di Vibo, Annino Gargano, e del direttore della scuola Allievi, Stefano Dodaro e la presenza di tutti i protagonisti del film.
Il secondo appuntamento della giornata è alle 18 e 30 a Maierato (Vibo Valentia) in piazza Silvaggio presso la sede del gruppo Scout. Interverranno l’avvocato Rossana Silvaggio con Mimma Cacciatore, dirigente scolastico, Mariafrancesca Costa (del gruppo Maierato), Giuseppe Silvaggio (criminalista forense). E’ prevista la partecipazione di Crespi, Zoccola e Sframeli.  Il 5 febbraio si chiude, alle ore 10,30, a Vibo presso l’auditorium del liceo statale ‘Vito Capialbì. Introdurrà il dirigente scolastico Antonello Scalamandrè e seguiranno la Cacciatore, con Crespi, Zoccola, Sframeli e Don Luigi Merola.
(Red/AdnKronos)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi