Tallini: “E’ fallito l’agguato di Morra per colpire l’avversario politico”

“Dopo l’agguato fatto a 48 ore dalle elezioni regionali, in violazione al principio di libertà e alle norme sul silenzio elettorale, il signor Morra ne ha provato un altro. E incredibile come un soggetto che dice che vuole combattere la criminalità ogni giorno, metta sotto i piedi le regole e il rispetto. Lui e il suo partito invece di occuparsi dell’emergenza Coronavirus si fanno strumento di un trasversalismo in atto per colpire un avversario politico e mettere in discussione la mia candidatura. Un tentativo che, mi pare evidente, è andato completamente fallito”. A dirlo in un’intervista a LaCNews24 è Domenico Tallini, neo presidente del Consiglio regionale calabrese, in riferimento alle parole del senatore del M5S Nicola Morra, che poco prima dell’elezione di Tallini si era pubblicamente chiesto se il Consiglio regionale potesse “pensare di eleggere il consigliere Tallini, “impresentabile” che potrebbe subire gli effetti della legge Severino”.
(Lro/Adnkronos)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi