Serie C, Reggina nella storia. Eguagliato il record del Cittadella

Il girone d’andata si chiude con l’undicesima perla, l’undicesima vittoria consecutiva. Una vittoria arrivata sui titoli di coda, così come era successo la settimana scorsa contro la Viterbese, una vittoria che avvicina di un altro passo la Reggina alla storia. Eguagliato il record in serie c del Cittadella capace di inanellare 11 successi di fila nella stagione 2015-2016 ora per gli uomini di Mimmo Toscano c’è nel mirino il primato assoluto da provare a centrare domenica prossima con la sfida casalinga contro la Virtus Francavilla. Senza lo squalificato Loiacono è Blondett a completare il terzetto di difesa con Bertoncini e Rossi, in mezzo al campo Garufo, De Rose, Bianchi e Rubin, Bellomo dietro alle punte che sono Corazza e Denis. Avvio di gara a rilento poi la Reggina prende campo e dopo aver reclamato invano per una punizione dal limite non concessa sfiora il vantaggio con Garufo servito sulla corsa da De Rose,il tiro cross dell’esterno mette i brividi a Nordi. La gara però resta bloccata. Al rientro dopo l’intervallo Guarna subito chiamato in causa da Palermo,il portiere sventa la minaccia deviando in angolo. Quindi i tre cambi operati da Toscano per provare a cambiare la gara, entrano Rolando, Rivas e Sounas per Rubin, Bellomo e Bianchi, ma pochi minuti dopo il gol lo trova la Sicula Leonzio. Rolando commette fallo in area su Bariti, per il direttore di gara é rigore e Scardina non sbaglia, spiazzando Guarna e portando in vantaggio i siciliani. É la scintilla che accende gli amaranto. Rivas disegna su punizione una traiettoria perfetta per la testa di Denis che insacca alle spalle di Nordi riportando subito in parità la gara. Toscano tenta anche la carta Reginaldo, dentro al posto di Bertoncini per una Reggina super offensiva. Le occasioni non mancano ma la Reggina spreca troppo, in 4 in area non approfittano della dormita della difesa di casa. All’84’ la Sicula recrimina per un nuovo rigore, con la palla che sbatte sul braccio di Rossi ma solo dopo aver impattato la coscia del difensore. I minuti finali sono tutti di marca amaranto con Rivas che spreca clamorosamente dopo aver aggirato Nordi facendosi respingere la conclusione da un avversario. Nel recupero Sicula in 10 per il doppio giallo, per un fallo su Sounas, rifilato a Sosa che lascia i suoi in inferiorità e incapaci di evitare il gol di Reginaldo, perfetta girata di testa sul cross di Denis, allo scadere che fa esplodere i mille tifosi al seguito della squadra e proietta la Reggina nella storia.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi