Santelli: Il ministro Boccia, “ha servito lo Stato mettendo la sua vita in secondo piano”

“Jole Santelli ha servito lo Stato mettendo in secondo piano la sua stessa vita. È stata un esempio per chi rappresenta e serve le istituzioni: dal livello centrale a quello territoriale. Il suo esempio ci aiuterà ad affrontare i difficili giorni che verranno mettendo sempre al primo posto la centralità delle persone e i loro bisogni. Sono venuo qui per portare l’abbraccio affettuoso del Governo a tutta la Calabria e per ribadire alla Regione Calabria, attarverso il Vice Presidente Spirlì, che potrà contare sul nostro impegno assoluto. Jole la ricorderemo sempre per la sua passione e per i tanti momenti di confronto e di ricordando le tante discussioni affrontate tra noi che si concludevano sempre con una stretta di mano, un abbraccio e un sorriso. Oggi è la giornata della preghiera per Jole e del silenzio, mi spiace per i giornalisti che aspettavano sotto il Palazzo della Regione ma non era questo il giorno o il momento delle conferenze stampa; tornerò presto per affrontare con il vicepresidente Spirlì i temi che stavano a cuore alla Presidente Santelli e che hanno la massima attenzione del Governo”. Così il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Francesco Boccia, al termine dell’incontro a Catanzaro, presso la sede della Regione Calabria, con il vice presidente Antonino Spirlì

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi