Rinascita Scott: Gianluca Callipo nega ogni addebito

Ha negato ogni addebito, contestando la ricostruzione accusatoria della Dda di Catanzaro e riservandosi la produzione di documentazione a sostegno delle proprie tesi Gianluca Callipo, il sindaco di Pizzo arrestato giovedì nell’operazione Rinascita-Scott, comparso oggi davanti al gip di Cosenza per l’interrogatorio di garanzia. Callipo, presidente di Anci Calabria, ha quindi risposto alle domande contestando le accuse di omissione e di concorso esterno in associazione mafiosa. In particolare si fa riferimentom all’omissione in ordine all’assegnazione di un’abitazione ad un esponente di punta della consorteria locale e alla vicenda della gestione di un noto ristorante di Pizzo. I difensori di Callipo, gli avvocati Armando e Clara Veneto, e Roberto Franco, hanno annunciato il deposito, per lunedì, di documentazione a sostegno delle affermazioni rese dall’amministratore. (ANSA).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi