Rende, ancora un ko. Retrocessione dietro l’angolo

Nuovo scontro diretto fallito, nuova possibilità di accorciare sulle avversarie per la lotta salvezza non andata a buon fine e retrocessione diretta che si avvicina sempre più minacciosa. E’ notte fonda per il Rende dopo la trasferta a porte chiuse in casa della Sicula Leonzio. Un rigore di Lescano nella ripresa, concesso per questo fallo di Vitofrancesco su Bariti, condanna i biancorossi alla sconfitta numero 18 della stagione, ultima vittoria a dicembre contro il rieti, da allora 5 pareggi e 6 sconfitte per una squadra a cui ora servirebbe solo un miracolo per evitare un ritorno tra i dilettanti sempre più vicino.
Il 4-3-3 proposto da Rigoli vede in Vitofrancesco, Nossa, Bruno e Blaze la linea difensiva a 4 davanti a Borsellini, schierato a difesa della porta, in mezzo al campo ci sono Ndiaye Murati e Rossini, in avanti Giannotti, Vivacqua e Fornito. Gara equilibrata, le due squadre non riescono ad avere la meglio l’una sull’altra. Il Rende va vicino al gol con Fornito, la Sicula ci prova con Bucolo. Nella ripresa al 57′ l’episodio chiave con Vitofrancesco che in vantaggio su Bariti si fa superare e finisce per sgambettare da dietro l’avversario, il direttore di gara, Gualtieri di Asti non esita un solo istante, ammonizione per il difensore biancorosso e rigore per i siciliani. Lescano dal dischetto indirizza il pallone sotto l’incrocio dei palo alla sinistra di Borsellini, conclusione imparabile. La Sicula può ora addormentare e controllare la partita e lo fa bene, non lasciando al Rende la possibilità di riaprire i giochi e rimettere in discussione il risultato. Nel recupero arriva anche il rosso diretto per Murati che interviene duro da dietro su Bucolo. Il Rende chiude il 10 e perde ancora, per i biancorossi è sempre più notte fonda.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi