Regionali: Mario Occhiuto, “persa la battaglia, ma si può costruire un’altra strada”

“Le battaglie si vincono o si perdono; e io la mia l’ho perduta”. Lo scrive su Facebook il sindaco di Cosenza Mario Occhiuto, a proposito del candidato del centrodestra per le elezioni regionali in Calabria.  “Sono scesi in campo tutti i poteri più forti per farmi fuori, e in questi ultimi mesi vi dico che me ne hanno fatte veramente di tutti i colori. I partiti hanno fatto a tavolino le loro scelte per le prossime elezioni regionali con le solite logiche, legate solo ai propri interessi, che nulla hanno a che vedere con il futuro della Calabria. Ed io ovviamente secondo queste logiche non potevo che essere escluso”, prosegue il sindaco di Cosenza.
“Forza Italia ha ceduto alla fine alla Lega di Salvini il diritto di scelta del proprio candidato e quindi praticamente ha abdicato al suo ruolo di forza politica autonoma e indipendente. Praticamente -e mi dispiace dirlo- ha abdicato a se stessa, alla sua esistenza. Non esiste più Forza Italia, esiste solo la Lega”, scrive tra le altre cose Occhiuto. Adesso dobbiamo decidere insieme se e come portare avanti” un progetto “senza uno schieramento di partiti, ma che rimane sempre meglio degli schieramenti che si presentano senza un progetto. La forza per realizzarlo è a questo punto solo nelle mani dei calabresi”, dice tra le altre cose il sindaco di Cosenza concludendo: “Basta solo crederci. Solo così avremmo la forza per vincere e per cambiare concretamente la Calabria. Quando si perde una strada se ne trova un’altra, e se la strada non esiste c’è sempre la possibilità di costruirne una nuova”.
(Pol/AdnKronos)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi