Reggio Calabria: La Lega indica il candidato a sindaco. Forza Italia esprime il proprio dissenso

ANSA) – REGGIO CALABRIA, 05 AGO – «Dal modello Genova al

modello Reggio Calabria, dal nuovo viadotto Genova-San Giorgio

al futuro Ponte sullo Stretto, dal malgoverno di sinistra al

rilancio firmato Antonino Minicuci: come promesso, la Lega è

orgogliosa di proporre il cambiamento e un progetto ambizioso

per il capoluogo calabrese».

Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini.

«L’attuale sindaco di centrosinistra – prosegue – è

sprofondato nel gradimento dei cittadini, classificandosi

102esimo su 105 amministratori valutati dal Sole24Ore. Minicuci

è una scelta di cambiamento, fortemente voluta dalla Lega che

vuole sempre più rafforzarsi nel Mezzogiorno e nelle sue

splendide città. Minicuci è persona perbene, competente ed

esperto di macchine comunali: attualmente lavora nel cuore del

Municipio di Genova, un ottimo biglietto da visita per chi punta

a rilanciare Reggio Calabria con efficacia, visione e rapidità.

Reggio Calabria merita di voltare pagina: la Lega c’è».

Antonino Minicuci, originario di Melito Porto Salvo, ha

lavorato come segretario in diversi enti locali in varie

regioni, tra i quali la Provincia di Reggio Calabria. Andato in

pensione adesso era a Genova come direttore generale del Comune

a titolo gratuito per un altro anno. (ANSA).

Catanzaro, 5 ago. – (Adnkronos) – “Appresa la notizia della indicazione da parte della Lega in merito alla candidatura del Dottor Minicuci, esprimiamo il nostro dissenso e disappunto: lavoriamo da 6 anni in Consiglio Comunale opponendoci ai disastri dell’Amministrazione Falcomatà, e oggi non siamo più disponibili ad accettare una scelta che rischia seriamente di riconsegnare la città in mano a questa disastrosa Amministrazione dopo una stagione di governo pessima e fallimentare”. Ad affermarlo in una nota sono i membri del gruppo di Forza Italia nel consiglio comunale di Reggio Calabria, Mary Caracciolo, Lucio Dattola, Pasquale Imbalzano e Stefania Eraclini.

“Abbiamo già espresso, in numerose sedi, il nostro punto di vista – spiegano -, Minicuci non è l’uomo giusto a rappresentare e interpretare l’esigenza di cambiamento di cui ha la città ha bisogno. Non è il candidato giusto per vincere la pessima sinistra di Falcomatà. Ci auguriamo che si arrivi a un nome nuovo e soprattutto condiviso, che incontri la giusta sintesi tra le varie anime della coalizione, altrimenti non saremo disposti a ricandidarci”.

(Lro/Adnkrronos)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi