Reggio Calabria: Esplosione in una macelleria, 4 vigili del fuoco e 6 poliziotti feriti

Hanno riportato ferite giudicate guaribili da 5 a 20 giorni i vigili del fuoco coinvolti (insieme ad altri 6 poliziotti) nell’esplosione di una macelleria a Reggio Calabria incui erano intervenuti per domare un incendio. Lo rende noto il Comando provinciale di Reggio del Corpo. Oggi i vigili feriti dovranno ripresentarsi in ospedale per ulteriori accertamenti. Secondo la ricostruzione dei vigili, alle 1.20 della notte scorsa è giunta alla sala operativa una richiesta di intervento per un incendio che coinvolgeva un edificio. Sul posto è stata inviata una squadra che ha iniziato ad operare. Mentre, con l’ausilio di un motodisco, cercavano di aprire una serranda, si è verificata una esplosione che ha divelto la serranda stessa causando il ferimento dei vigili del fuoco che operavano e di 6 agenti della polizia che erano nelle vicinanze. E’ stato accidentale,provocato da un corto circuito, l’incendio all’origine dell’esplosione. In seguito all’incendio, sul posto, in via santa Lucia al Torrente, sono intervenuti un’autobotte dei vigili del fuoco e gli equipaggi di tre volanti, per mettere in sicurezza la zona e procedere ad eventuali evacuazioni delle abitazioni limitrofe. Durante l’attività dei vigili del fuoco per spegnere l’incendio che si stava propagando all’interno del locale, si è verificata l’esplosione che ha investito sia gli stessi vigili che i 6 poliziotti. Tutti, riferisce la polizia, hanno riportato ustioni e contusioni, più e meno gravi in base alla vicinanza alla saracinesca, ma nessuno è in pericolo di vita, e non vi sono feriti tra i residenti.(ANSA).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi