Operazione “White Collar”: Aste col trucco, arrestati imprenditori e impiegati nel distretto giudiziario di Castrovillari

Catanzaro, 27 lug. (Adnkronos) – L’operazione “White Collar” condotta dai finanzieri del comando Provinciale di Cosenza, che stamane ha portato all’arresto di 16 persone (9 in carcere e 7 ai domiciliari), riguarda presunti illeciti commessi nella gestione di aste giudiziarie nel Palazzo di Giustizia di Castrovillari (Cs).
In carcere, a conclusione di un’inchiesta durata due anni, sono finiti, dunque, imprenditori e dipendenti del ministero della Giustizia impiegati nel distretto giudiziario di Castrovillari: i primi accusati di versare somme di denaro ai secondi, che a loro volta pilotavano a favore degli imprenditori l’aggiudicazione di beni mobili e immobili messi all’asta nel territorio di Corigliano-Rossano.
L’inchiesta, condotta dai pm Luca Primicerio e Simona Manera, contesta agli arrestati vari reati, fra i quali associazione per delinquere finalizzata alle turbative d’asta, corruzione in atti giudiziari, rivelazione ed utilizzazione di segreti d’ufficio.
(Lro/Adnkronos)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi