‘Ndrangheta: Tallini, sentenza Gup mi ridà serenità

(ANSA) – CATANZARO, 18 FEB – «Sono soddisfatto e, di
conseguenza, posso dire di avere riacquistato la mia serenità
per la sentenza emessa mei miei confronti dal Giudice
dell’udienza preliminare». Lo ha detto all’ANSA l’ex presidente
del Consiglio regionale della Calabria, Domenico Tallini
commentando l’assoluzione disposta nei suoi confronti dal Gup
Barbara Saccà a conclusione del processo «Farmabusiness».
“Ho sempre ritenuto – ha aggiunto Tallini – infamanti, oltre che
del tutto insussistenti i reati che mi venivano contestati. E’
risaputo, tra l’altro, che nel corso della mia lunga attività
politica ho sempre contrastato la criminalità comune e
organizzata e non sono mai sceso a compromessi, né ho fatto mai
accordi economici con nessuno. Proseguo dunque la mia attività
politica tranquillamente e con la forza della mia coscienza».
Il primo pensiero, in un
momento così importante, va alla mia famiglia, che ha sopportato
assieme a me difficoltà indicibili. Un ringraziamento va ai miei
impareggiabili legali, a cominciare dall’avvocato Enzo Ioppoli a
cui si sono aggiunti gli avvocati Valerio Zimatore e Carlo
Petitto. Sono stati professionisti straordinari che, essendo loro
per primi assolutamente convinti della mia innocenza, hanno
vissuto questa vicenda anche sotto il profilo umano».
“Rivolgo un pensiero commosso – aggiunge Tallini – alle
tantissime persone che mi sono state vicine, mai sfiorate dal
dubbio che io potessi avere a che fare con ambienti criminali.
Colgo l’occasione per ribadire la mia lontananza siderale dalla
criminalità che soffoca la nostra Calabria e ne condiziona il
futuro. Grazie a giudici-eroi, che hanno svolto il loro lavoro
con competenza, serietà ed autonomia e che non si sono fatti
influenzare da campagne mediatiche, la mia fiducia nella
giustizia si è rafforzata. Tutto ciò, se non mi ripaga delle
indicibili sofferenze, sicuramente mi restituisce la serenità,
perché gli infamanti reati che mi erano stati attribuiti sono
stati cancellati in maniera totale poiché il fatto non sussiste.
Non porto rancore verso nessuno, ma quanto mi è capitato serva a
fare riflettere tutti». (ANSA).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi