Molinaro (Lega): “Fare chiarezza su nave migranti per quarantena”

(ANSA) – REGGIO CALABRIA, 17 AGO – Il consigliere regionale
della Lega Pietro Molinaro ha reso noto di avere inviato una
lettera al prefetto di Cosenza Cinzia Guercio, alla presidente
Jole Santelli e al aindaco di Corigliano Rossano Flavio Stasi
“per chiedere informazioni in merito alla vicenda della
cosiddetta ‘Nave-Quarantenà posizionata nel porto di Corigliano
Rossano che nella giornata odierna ha preso il largo ma dovrebbe
tornare presto con a bordo numerosi immigrati».
«Risulta – sostiene Molinaro – che la Nave-Quarantena sia
stata richiesta al Governo dalla presidente Santelli per
ospitare i migranti positivi al Covid 19. La nave ha attraccato
nei giorni scorsi nel porto di Corigliano Rossano suscitando non
poca preoccupazione nella cittadinanza perché non sono chiare le
regole di ingaggio, le conseguenze per il porto e per le
attività economiche che gravitano su di esso e per le strutture
sanitarie locali. Tra l’altro il territorio è sfornito di un
Centro Covid per gestire le emergenze a terra. In considerazione
di tali oggettive problematiche Molinaro chiedo di conoscere
quali siano le attuali determinazioni in merito alle operazioni
che dovrebbe svolgere la ‘Nave-Quarantenà e quali saranno le
implicazioni previste sul piano organizzativo e sanitario per le
strutture di terra di Corigliano Rossano».
«In virtù delle informazioni di cui dispongo finora, –
aggiunge Molinaro – il mio parere è che il porto di Corigliano
Rossano non possa ospitare la nave per i rischi che comporta,
sia in termini di sicurezza sanitaria che di ricadute
economiche. Sono tanti gli interrogativi che mi preoccupano e
che mi auguro, possano ottenere risposta. Ad esempio: se è vero
che la nave dovrà servire per i migranti che risulteranno
positivi, gli altri dove andranno? Saranno ospitati in strutture
già individuate o da individuare nella zona? Quali? Per quanto
tempo? Chi gli fornirà assistenza? Il Porto di Corigliano ospita
una numerosa flotta peschereccia e uno dei mercati ittici più
importanti del sud Italia dove ogni giorno si tiene l’asta
all’ingrosso del pescato a cui sono interessati i maggiori
importatori di pesce del sud. Si è tenuto conto delle ricadute
su questa economia della presenza della Nave-Quarantena? In che
modo? Sono interrogativi che meritano una risposta- sottolinea
il consigliere leghista -perché non vi può essere alcun dubbio
sul fatto che la Calabria tutta e Corigliano Rossano in
particolare, siano accoglienti e vogliano fare, come hanno fatto
finora, la propria parte nel gestire l’emergenza immigrazione,
sommata all’emergenza Covid, ma meritano rispetto. Questo
significa innanzitutto tener conto degli effettivi limiti
strutturali del porto di Corigliano Rossano e delle condizioni
delle strutture sanitarie della zona. Accoglienza e solidarietà
sono effettive solo quando si conciliano con il rispetto dei
cittadini». (ANSA).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi