L’ex vicepresidente della Regione Calabria Adamo dovrà risarcire 235 mila euro

Nicola Adamo, ex vicepresidente della Regione Calabria, è stato condannato dalla Corte dei conti a pagare, “a titolo di risarcimento del danno nei confronti della Regione Calabria”, 235mila euro. E l’esito di uno dei vari filoni dell’inchiesta denominata “Rimborsopoli”. Il danno addebitato ad Adamo nascerebbe dall’utilizzo “di somme per pagare un contratto di servizio stipulato con l’associazione “L’idea” e per spese fatturate all’associazione, ovvero per erogazioni a favore di componenti della stessa”.
I giudici contabili ritengono non esista “nessuna documentazione che attesti l’inerenza delle spese sostenute dall’associazione “L’Idea” e rimborsate dal consigliere Adamo ai compiti del gruppo consiliare Misto”. La Corte dei Conti ha condannato anche l’ex parlamentare Ferdinando Aiello (7mila euro di risarcimento per spese riguardanti carburante e ristorazione). Assolti gli ex consiglieri regionali Giuseppe Bova e Vincenzo Ciconte.
(Lro/Adnkronos)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi