Lamezia: Polizia di frontiera respinge coppia israeliana all’aeroporto per violazione delle misure contro il Covid-19

Lamezia Terme, 17 set. – (Adnkronos) – La polizia ha respinto una coppia di israeliani al valico di frontiera aerea dell’aeroporto di Lamezia Terme. Due giorni fa, infatti, tra i passeggeri giunti in quello scalo da Stansted (Londra), c’erano anche un uomo di 59 anni e una donna di 34 di nazionalità israeliana. Da un controllo effettuato dalla polizia, è stato accertato che la coppia era arrivata a Londra proveniente dalla Russia.
L’uomo e la donna, dunque, seppur provvisti di regolare titolo di viaggio, erano in violazione delle recenti misure di contrasto al Covid-19, disposte dal Dpcm il 7 agosto 2020, che vietano l’ingresso nel territorio italiano per motivi di turismo ai cittadini appartenenti a quegli Stati dove l’epidemia sta dilagando, fra cui, appunto, la Russia e Israele.
Accertata la provenienza e la violazione delle norme, gli agenti della Polaria di Lamezia Terme hanno inibito ai due stranieri l’ingresso sul territorio italiano, emanando un provvedimento di respingimento alla frontiera, dunque il reimbarco dei due israeliani verso Londra.
(Lro/Adnkronos)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi