Lamezia: Mascaro è candidabile, incandidabili due ex consiglieri comunali

PaoloMascaro è candidabile, Giuseppe Paladino e Pasqualino Ruberto no. Questa la sentenza della prima sezione civile della Corte d’Appello di Catanzaro (presidente Filandro) che ha quindi confermato al sentenza di primo grado del tibunale civile di Lamezia (agosto 2018) che aveva respinto la richiesta di incandidabilità per Paolo Mascaro (ex sindaco di Lamezia e ora nuovamente candidato a primo cittadino per le elezioni del 10 novembre prossimo) accogliendo invece quella per gli ex consiglieri comunali Giuseppe Paladino e Pasqualino Ruberto. Nei confronti di Mascaro, Paladino e Ruberto, aveva avanzatto richiesta di incandidabilità l’Avvocatura dello Stato (per conto del Ministero dell’Interno) e la Procura della Repubblica di Lamezia nei confronti di Mascaro. I tre erano stati ritenuti diretti responsabili dello scioglimento del Consiglio comunale per infiltrazioni mafiose decretato a novembre 2017 e confermato definitivamente a settembres scorso dal Consiglio di Stato. La vicenda ora potrebbe finire al vaglio della Cassazione se dovessero essere presentati i ricorsi. La sentenza d’appello era molto attesa considerato che fra pochi giorni i cittadini/elettori lametini torneranno alle urne per eleggere il sindaco (Mascaro è tra i sei candidati, insieme a Silvio Zizza, Eugenio Guarascio, Rosario Piccioni, Ruggero Pegna e Massimo Cristiano) e il nuovo Consiglio comunale (eventuale turno di ballottaggio il 24 novembre prossimo)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi