Lamezia: Marito e moglie denunciati dalla Polizia per attività di gestione di rifiuti non autorizzata

La Polizia Ferroviaria ha denunciato in stato di libertà marito e moglie di 60 e 58 anni, residenti a Lamezia Terme poiché, in concorso tra loro, effettuavano attività di gestione di rifiuti non autorizzata. Lo scorso 24 luglio, durante un servizio finalizzato alla repressione del fenomeno della ricettazione del rame provento di furto in danno alle Ferrovie dello Stato Italiane, personale del Compartimento Polfer per la Calabria, unitamente a personale dei Posti Polfer di Lamezia Terme e Catanzaro Lido, hanno individuato un terreno, delimitato da recinzione, nel quale vi era un elevato numero di carcasse di automobili e pneumatici. Gli operatori Polfer hanno proceduto al controllo e hanno appurato che in quel sito vi era un’attività commerciale di vendita di pezzi di ricambio per veicoli. Il titolare è risultato sprovvisto di autorizzazione per la gestione ed il trattamento dei rifiuti, pertanto l’azienda e tutta l’area circostante sono state sequestrate e uno dei due uomini è stato denunciato in stato di libertà, in concorso con la moglie, proprietaria del terreno, per reati ambientali.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi