La Giunta regionale ha approvato il Rendiconto 2019

(ANSA) – CATANZARO, 25 LUG – La giunta regionale, nell’ultima
riunione presieduta da Jole Santelli, su proposta dell’assessore
al bilancio Francesco Talarico, ha approvato il rendiconto 2019
completando un lavoro intenso iniziato subito dopo le elezioni
dello scorso 26 gennaio. Lo rende noto l’ufficio stampa della
Giunta regionale.
«Al momento dell’insediamento del nuovo Governo di
centrodestra – è scritto in una nota – la Regione non aveva
ancora approvato neanche il bilancio di previsione. Molto
soddisfatto per il risultato raggiunto l’assessore Talarico».
«Di certo – afferma Talarico – non abbiamo ereditato una
situazione facile e l’emergenza legata al diffondersi del Covid
19 non ci ha aiutato, costringendo gli Uffici a lavorare per
lungo tempo in smartworking. Nonostante le difficoltà siamo
riusciti, però, ad aprile ad approvare il bilancio di previsione
dando importanti risposte ai cittadini calabresi e alle imprese
e, adesso, abbiamo completato il percorso con l’approvazione del
rendiconto 2019».
Per arrivare all’approvazione del documento contabile, è
scritto nella nota, «l’iter non è stato dei più semplici. E’
stato necessario procedere al riaccertamento ordinario dei
residui attivi e passivi ai sensi dell’articolo 3, comma 4, del
d.lgs. n. 118/2011, alla determinazione delle economie di spesa,
con le consequenziali variazioni di bilancio, concernenti la
rideterminazione del fondo pluriennale vincolato, dell’avanzo di
amministrazione vincolato e del disavanzo finanziario».
«Una complessità – specifica Talarico – che ha richiesto
anche un grande impegno del dipartimento bilancio, che desidero
ringraziare, col parere favorevole del collegio dei Revisori dei
Conti. La partita, però, non finisce qui. Adesso si lavorerà di
concerto con la Corte dei Conti per ottenere il giudizio di
parifica. Trasmetteremo tutti i documenti necessari alla
magistratura contabile con l’augurio di poter arrivare al
giudizio di parifica. A quel punto faremo arrivare il rendiconto
2019 in Consiglio regionale per l’approvazione da parte
dell’Assemblea. Ritengo che abbiamo fatto un ulteriore passo
verso la normalizzazione di una Regione che ha bisogno di prassi
virtuose che possano farle risalire la china». (ANSA).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi