Irto incontra Letta: “Mia candidatura superata”

(ANSA) – CATANZARO, 11 GIU – «Ho ricordato che la mia –
aggiunge Irto nel post – non è stata un’autocandidatura: avevo
dato la mia disponibilità dopo una pressante richiesta da parte
di tutto il Pd, ed avevo accettato per la lealtà verso la mia
terra. Se siamo arrivati a questo punto non è per una mia
indisponibilità alla costruzione di nuove alleanze, ma perché ho
posto pubblicamente grandi questioni politiche in ordine allo
stato del Pd e ai problemi della mia regione, a cominciare dalla
sanità, che rimangono purtroppo tutti attuali ed inevasi.
Questioni imprescindibili per la Calabria che prima o dopo
andranno affrontate».
“Tuttavia – prosegue l’esponente del Pd – ho fatto sapere che
non mancherà il mio contributo. Ho chiarito che non vado in
vacanza ma lavorerò, nei modi che saranno più opportuni, per
cambiare il Partito democratico e per mettere al centro
dell’interesse nazionale i problemi della Calabria. Ringrazio
chi mi ha sostenuto con forza e determinazione in questi giorni,
vi assicuro che è solo l’inizio di una stagione che ci vedrà
protagonisti. Il nostro impegno non è stagionale, episodico o
strumentale, è, per l’intensità che ci mettiamo da anni, parte
fondante delle nostre vite e non passa come una polemica
preelettorale. Noi la Calabria, presto o tardi, la cambieremo
davvero». (ANSA).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi