Imprenditore di Palmi indagato per riciclaggio di 136 miliardi di euro

(ANSA) – REGGIO CALABRIA, 27 NOV – Un imprenditore di Palmi,
Roberto Recordare, è indagato dalla Direzione distrettuale
antimafia di Reggio Calabria perché ritenuto la mente
economica-finanziaria di clan di ‘ndrangheta, camorra e mafia
che volevano riciclare 136 miliardi di euro di cui «36 miliardi
che erano già pronti, cash» come è scritto nella trascrizione di
una intercettazione contenuta in una informativa della squadra
mobile reggina depositata agli atti del processo «Eyphemos”
contro le cosche di Sant’Eufemia d’Aspromonte. La notizia è
riportata dal quotidiano «Domani» e l’ANSA ha potuto visionare
l’informativa allegata agli atti del processo in cui si parla di
Recordare. Secondo l’informativa, Recordare avrebbe gestito un
fondo di 500 miliardi di euro. (ANSA).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi