Gratteri: “In politica faccendieri e mediocri”

Mille arresti ingiustificati all’anno? “Non è un problema, è fisiologico”. A dirlo, ospite ieri sera a “Di Martedì” sul La7, è stato il procuratore capo di Catanzaro, Nicola Gratteri, rispondendo a una domanda del direttore del Giornale Alessandro Sallusti. Quando Sallusti ha chiesto se “mille arresti ingiustificati all’anno” fossero “una cifra fisiologica” o “un problema, Gratteri ha risposto: “No, non c’è un problema, è fisiologico”.
E alla domanda del direttore del Giornale, Alessandro Sallusti, se sarebbe “entrato in un governo Salvini, in un governo Berlusconi”, il procuratore capo di Catanzaro, Nicola Gratteri, ha risposto: “Sì, certo, con carta bianca sì, con carta bianca sì”. “C’è un problema di qualità della classe dirigente. Purtroppo i professionisti affermati, la gente colta, dotta, non si impegna in politica, ha paura di sporcarsi, di rimanere invischiato. E quindi spesso, non sempre, ci sono dei mediocri o dei faccendieri che entrano in politica per fare affari, business, per gestire potere”. ha detto ancora Gratteri su La7

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi