Frena la rincorsa del Catanzaro, contro la Casertana al Ceravolo finisce 1-1

Rallenta la sua rincorsa alle posizioni di vertice, con una prestazione non pienamente convincente, ma prosegue nella striscia positiva. Il Catanzaro impatta 1-1 al Ceravolo con la Casertana in un match deciso interamente nella prima frazione.
Nicoletti prende il posto dello squalificato Martinelli in difesa, il numero sei giallorosso gioca sul centrosinistra con Celiento dalla parte opposta e Atanasov al centroa completare il reparto arretrato davanti a Bleve. Contessa e Casoli sono gli esterni del centrocampo che vede in Corapi e De Risio la coppia di mediani. In avanti Tulli, Di Piazza e Carlini.
La prima azione pericolosa é di marca ospite sulla fascia sinistra della retroguardia giallorossa sull’asse Laaribi-Starita (4′). Il Catanzaro soffre il pressing alto e l’aggressività della Caserta che sblocca al 13′ sugli sviluppi di un calcio dì punizione. Zivkov batte direttamente in porta da posizione defilata, Casoli la sfiora ma il suo intervento è ininfluente. Casertana avanti e aquile costrette ad inseguire per la prima volto dopo il ritorno in panchina di Auteri. La squadra di Ginestra non si accontenta e sfiora il raddoppio al 18′ quando Laaribi indirizza in porta di testa l’assist di Caldore, Bleve si salva bloccando sulla linea di porta. Il Catanzaro fatica a trovare il bandolo della matassa ma alza il baricentro e al 35′ trova il pareggio. Splendido cambio di gioco di De Risio che vede e serve Casoli alto a destra, controlli e cross verso il centro dove arriva in corsa Tulli che timbra il cartellino per la quarta gara consecutiva con un colpo di testa angolatissimo sul quale Cerofolini non può arrivare. Nella ripresa la foga ospite cala, il Catanzaro diventa padrone del campo. Auteri osa, fuori Nicoletti dentro Giannone, si passa al 4-2-3-1 con Contessa e Casoli terzini, Di Piazza punta avanzata e alle sue spalle Giannone,Calzini e Tulli. Ad andare vicina al gol è però la Casertana con l’ex Tascone, botta da fuori che Breve non trattiene ma che Celiento allontana prima che arrivi Starita. La risposta giallorossa nell’incursione in area e conclusione da posizione defilata di Corapi, mentre dalla parte opposta ancora Tascone e poi Zivkov, chiuso da Bleve, creano il panico. L’assetto a quattro dietro fa perdere le distanze e i punti di riferimento ai giallorossi. Entrano anche Di Livio e Bianchimano per Carlini e Di Piazza. Le aquile si rivedono in avanti proprio con Bianchimano, il suo colpo di testa scheggia il palo e termina fuori.  Ritrovate le misure il Catanzaro chiude dietro la Casertana negli ultimi minuti di gara. Iuliano, subentrato a Tulli, trova l’esterno della rete. Ma al 43′ sono i campani ad avere l’occasione per far loro la gara. Rainone manda incredibilmente fuori sugli sviluppi di un angolo a tu per tu con Bleve. Nel recupero sulla testa di Atanasov il pallone buono per centrare la vittoria ma Cerofolini e attento sul primo palo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi