Fratelli uccisi in Sardegna seppelliti a San Gregorio d’Ippona nel loro paese d’origine

Massimiliano e Davide Mirabello, i due fratelli uccisi il 9 febbraio scorso a Dolianova, Sud Sardegna, dal reo confesso Joselito Marras, ora in carcere insieme al figlio Michael, saranno seppelliti a San Gregorio d’Ippona, loro paese d’origine in provincia di Vibo Valentia. Lo ha dichiarato all’Unione Sarda la compagna di Massimiliano, Luana Piano. “Abbiamo contattato per i funerali una ditta di onoranze funebri calabrese gestita dai cugini di Massimiliano e Davide – ha affermato -, le salme saranno trasferite in aereo da Elmas a Lamezia Terme, e saranno tumulate a San Gregorio di Ippona”. Proprio i cugini, nei giorni scorsi, hanno avviato una raccolta fondi via Facebook per coprire i costi del trasferimento delle salme e del funerale. Alla fine, fra donazioni provenienti dalla Calabria e anche dalla Sardegna, è stata raggiunta la cifra di 10mila euro.
(Lro/Adnkronos)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi