Festa per la promozione in B della Reggina, tifosi multati per non aver rispettato le norme anti Covid

Sei tifosi della Reggina sono stati multati per avere festeggiato la promozione della squadra amaranto in Serie B violando le disposizioni anti-Covid sul distanziamento sociale e sull’uso della mascherina. Lo riferisce la Questura di Reggio Calabria in una nota. Alla festa organizzata dai tifosi venerdì scorso all’Arena dello Stretto, area all’aperto sul lungomare della città calabrese, avevano partecipato anche numerosi adolescenti e, nella fase finale dei festeggiamenti, si erano creati assembramenti. La Digos ha quindi avviato le indagini per individuare i partecipanti, avvalendosi anche delle immagini realizzate dal personale della Polizia Scientifica e dei video reperiti sul web.
I sei tifosi sono stati convocati in Questura ed è stata loro notificata una sanzione amministrativa pari a 400 euro, così come previsto dai Dpcm. Solo alcuni dei sei multati appartengono al tifo organizzato e hanno un’età compresa tra i 34 e i 56 anni. I nominativi, secondo quanto riferito dalla Questura, saranno comunicati al Dipartimento di Prevenzione dell’ASP per “le valutazioni di competenza circa l’opportunità di disporre per gli stessi la quarantena precauzionale”. (ITALPRESS).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi