Doppia preferenza: Boccia, “Piemonte e Calabria si adeguino”

Roma, 6 ago. (Adnkronos) – “il governo non avrebbe voluto fare” il decreto legge per la parità di genere nelle liste per le prossime elezioni regionali, “il governo ha sempre tentato fino all’ultimo la mediazione con le Regioni”, ma in questo caso “non è stato possibile. Era inevitabile intervenire e lo faremo anche per il Piemonte e la Regione Calabria con un atto sostitutivo, la Regione Liguria lo ha fatto e abbiamo ringraziato il presidente Toti e tutto il Consiglio regionale”. Lo ha affermato il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, intervenendo al Senato al termine della discussione generale sul decreto legge per la parità di genere nelle liste per le elezioni regionali.
(Sam/Adnkrono

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi