Decreto Rilancio, Furgiuele (Lega): “Sospensione protesti fino a fine 2020, battaglia vinta dalla Lega

“La nostra tenacia è servita a fare ravvedere, finalmente, la maggioranza giallorossa sulla nostra battaglia, combattuta da mesi, per la sospensione dei protesti fino a fine a fine anno. Oggi il relatore di maggioranza ha portato un emendamento al Dl Rilancio, attualmente in esame in commissione Bilancio, che ricalca alla lettera la mia proposta emendativa già al Dl Cura Italia, in cui avevo proposto, inizialmente, la sospensione dei protesti dei titoli di credito fino al mese di settembre. Proposta respinta dal governo e poi riassorbita in modo monco nel decreto Liquidità fino al mese di aprile. In seguito la Lega ha proposto, con le stesse ragioni, un emendamento a mia prima firma con la sospensione dei protesti fino al 31 dicembre 2020, che il governo ha bocciato, senza peraltro dare giusta motivazione, e poi ha deciso di approvare un emendamento del collega del Pd con sospensione dei protesti fino al 31 agosto. Insomma, dopo tanti tira e molla, alla fine anche la maggioranza giallorossa si è dovuta convincere della ragionevolezza della nostra proposta, dando seguito all’impegno che si era preso approvando il mio odg. Finalmente una boccata d’ossigeno per tante piccole imprese, artigiani e commercianti che potranno avere la possibilità di rialzarsi senza la spada di Damocle di un protesto, causato dal lungo lockdown. L’auspicio è che, oltre alla tempistica, si possa fare finalmente chiarezza nell’applicabilità della norma, spesso lasciata alla troppa interpretazione di banche e notai”.

Lo dichiara il deputato della Lega Domenico Furgiuele.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi