Csm apre una pratica a tutela del procuratore Nicola Gratteri

La Prima Commissione del Csm ha deciso all’unanimità di aprire una pratica a tutela del procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri. L’iniziativa è legata alle accuse rivolte al magistrato dal Pg di Catanzaro Otello Lupacchini e dalla parlamentare del Pd Enza Bruno Bossio. Lupacchini in un’intervista a un’emittente televisiva nazionale aveva parlato di «evanescenza di molte operazioni della procura di Catanzaro» e aveva lamentato di aver appreso i nomi degli arrestati e le ragioni dei provvedimenti dalla stampa. Bruno Bossio aveva definito l’operazione di Gratteri uno “show» ,destinato a finire «in una bolla di sapone come il 90% delle sue indagini», con un unico scopo: «colpire la  possibilità di Oliverio di ricandidarsi». Un commento da cui aveva preso le distanze il Pd prima della sua cancellazione.  A chiedere l’apertura della pratica a tutela di Gratteri erano stati i togati di Magistratura Indipendente e il laico del M5s Fulvio Gigliotti, quest’ultimo con riferimento solo al commento della parlamentare del Pd. Commento che era stato postato su Facebook, ma poi rimosso.
(ANSA).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi