Cosenza: Cittadinanza onoraria al generale Francesco Paolo Figliuolo

Catanzaro, 21 lug. (Adnkronos) – Il Consiglio comunale di Cosenza, presieduto da Pierluigi Caputo e riunitosi questa mattina nella sala delle adunanze di Palazzo dei Bruzi, ha deliberato all’unanimità il conferimento della cittadinanza onoraria al generale Francesco Paolo Figliuolo, al Generale Antonio Battistini, Capo della Sanità militare dell’Esercito, al Colonnello Alfonso Zizza, al Colonnello Michele Tirico e al Tenente Colonnello Michele Ricci. Nella motivazione della delibera di Consiglio che è stata letta in aula dal segretario generale, avv. Alfonso Rende, il conferimento della cittadinanza è stato attribuito al Generale Figliuolo e agli altri Ufficiali dell’Esercito italiano “per aver, ciascuno per la propria parte, dato un prezioso e decisivo contributo all’azione di contrasto all’emergenza sanitaria causata dalla pandemia, concorrendo alla realizzazione della struttura ospedaliera campale allestita nell’area della stazione ferroviaria di Vaglio Lise, mettendola a disposizione della comunità cosentina, ma anche di tutta la provincia di Cosenza, in una prima fase per alleviare la pressione sofferta dall’Ospedale Hub dell’Annunziata, e in una seconda fase, dopo la riconversione in centro vaccinale, per consentire alla popolazione di sottoporsi alla somministrazione dei vaccini”.
“Con il conferimento della cittadinanza onoraria ai predetti Ufficiali dell’Esercito – si legge ancora nelle motivazioni -, il Consiglio comunale intende esprimere la riconoscenza di tutti i cittadini di Cosenza a coloro che hanno diretto e coordinato le operazioni di contrasto alla pandemia all’interno della struttura campale di Vaglio Lise che ha rappresentato un’importante garanzia per fronteggiare la situazione di emergenza, assicurando alla comunità cosentina un servizio encomiabile che ha suscitato grande apprezzamento in tutta la popolazione”.
“Con questo tributo – si legge, infine, nelle motivazioni -, l’assemblea cittadina intende estendere questi sentimenti di riconoscenza anche a tutto il personale sanitario militare che ha operato nella struttura campale, in segno di particolare gratitudine per l’eccellente e straordinario ausilio che è stato prestato in favore dei pazienti e dell’intera popolazione della città”.

In apertura di seduta ha preso la parola il sindaco Mario Occhiuto: “Questo riconoscimento – ha sottolineato – è particolarmente importante per la città, perché intende esprimere profonda gratitudine a coloro che hanno consentito, scegliendo Cosenza anziché altre località che pure avevano fatto richiesta, di dare un significativo supporto all’Ospedale dell’Annunziata di Cosenza e al territorio della provincia per far fronte alla situazione di assoluta emergenza”.
“In un luogo, prima abbandonato – ha proseguito il Primo cittadino -, è stato allestito uno dei campi militari meglio attrezzati d’Italia, dotato anche di un laboratorio per la processazione dei tamponi. La struttura campale si è rivelata, inoltre, molto utile quando è stato riconvertito in centro vaccinale. La riconversione della struttura campale dell’Esercito ha consentito di ottimizzare al massimo le forze e avviare al meglio la campagna di vaccinazione che prosegue ancora oggi il suo percorso”.

Il sindaco, nello specifico, ha espresso la sua gratitudine e quella dell’intera città di Cosenza al Generale Figliuolo e al Generale Battistini “per aver dato seguito in tempi brevissimi alla richiesta indirizzata alla Protezione civile nazionale”, e poi agli altri ufficiali, “a cominciare dal colonnello Zizza, che hanno contribuito all’allestimento e al funzionamento della struttura campale, ma anche al Ministero della Difesa e a tutto l’Esercito italiano”.
Un grazie particolare il sindaco lo ha rivolto anche alla Protezione civile nazionale. Infine, Occhiuto ha comunicato all’assemblea che la cerimonia di consegna delle cittadinanze onorarie al Generale Figliuolo e agli altri Ufficiali dell’Esercito, che era stata programmata per il prossimo 27 luglio, è stata rinviata al prossimo mese di settembre, per impegni istituzionali sopravvenuti dello stesso Generale Figliuolo”.
(Lro/Adnkronos)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi