Comunali: Catanzaro, centrodestra propone candidatura a Mancuso che però non accetta

(ANSA) – CATANZARO, 26 FEB – La coalizione di centrodestra ha
proposto all’unanimità la candidatura a sindaco di Catanzaro al
presidente del Consiglio regionale della Calabria Filippo
Mancuso. E’ quanto emerso, riporta una nota, a conclusione della
riunione dei partiti e dei movimenti della coalizione di
centrodestra che si è svolta stamane nel capoluogo calabrese.
Il presidente Mancuso ha chiesto 24 ore di tempo per sciogliere
la riserva: la sua decisione verrà resa nota entro la giornata
di domani.
Mancuso, della Lega, alla sua seconda legislatura in Regione
Calabria, è stato eletto presidente della massima assemblea
calabrese il 15 novembre 2021. Nato a Catanzaro il 26 aprile
1962, è sposato e padre di tre figli. E’ laureato in Economia ed
esercita la libera professione nel campo della consulenza
fiscale, tributaria, amministrativa, societaria del lavoro e del
contenzioso tributario. E’ stato anche consigliere comunale e,
nel capoluogo di regione, ha ricoperto anche la carica di
assessore. (ANSA).

(ANSA) – CATANZARO, 26 FEB – «Sono lusingato per la richiesta
degli esponenti del centrodestra di essere il candidato sindaco
di Catanzaro. Purtroppo, lo status di consigliere regionale,
ottenuto grazie alla fiducia dei cittadini delle tre province
del collegio Centro della Calabria, e le prerogative di
Presidente del Consiglio regionale che sto esercitando da poco
più di tre mesi, tra l’altro in una fase di grave crisi della
Calabria che esige una programmazione intensa delle attività
legislative e amministrative della Regione, non mi consentono di
accogliere la proposta».
Lo afferma Filippo Mancuso, presidente della massima assemblea
elettiva calabrese. “L’indicazione del mio nome, pur ringraziando per
l’apprezzamento politico alla mia persona – prosegue Mancuso –
avviene tuttavia a seguito di un’altra riunione inconcludente.
Ho avuto modo di indicare alle riunioni del centrodestra
personalità in possesso dei requisiti di competenza e alta
professionalità, ma sono state oggetto di veti e
disapprovazioni. Prima della riunione odierna, inoltre, avevo
pubblicamente asserito che, continuando a dire ‘nò ad ogni
proposta senza avanzare alternative valide, si sarebbe
certificato lo stato confusionale del centrodestra catanzarese,
aggiungendo che ‘se oggi non si chiude su un nome valido
evidentemente ci sono progetti diversì».
“Tutto ciò, lascia intendere – sostiene ancora Mancuso – che il
centrodestra cittadino, non riuscendo a fare sintesi in un
momento cosi delicato, ha bisogno di essere opportunamente
ripensato. In ogni caso, mentre assicuro, come unico
consigliere regionale catanzarese eletto in Consiglio, il mio
sostegno alla città, auspico che prevalgano buon senso e
razionalità politica e che, nel prossimo incontro, ci si
adoperi, con lealtà e trasparenza, per individuare un candidato
sindaco che possa unire le forze in campo, ridare slancio al
centrodestra e garanzie di buona amministrazione alla città».
(ANSA).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi