Calabria: Occhiuto, dal 2000 la Regione non ha speso fondi statali

(ANSA) – CATANZARO, 04 MAR – Rivelazione choc da parte del
presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, sulla
gestione in passato da parte dell’ente delle risorse ricevute
dallo Stato. «In seguito ad accurate analisi fatte dal Ministero
per il Sud e la Coesione territoriale – afferma Occhiuto in una
nota – sono emersi fatti che devono far riflettere: la Calabria
negli ultimi 20 anni, e cioè dal 2000 ad oggi, non ha speso, o
non ha comunicato la spesa al Governo, cospicue risorse dei
Fondi assegnati dallo Stato». Lo sostiene, in una nota, Roberto
Occhiuto, presidente della Regione dal 2021.
“È una storia che si ripete – aggiunge Occhiuto – e che,
purtroppo, abbiamo imparato a conoscere negli scorsi decenni: le
Regioni del Sud al palo, con una burocrazia non all’altezza e
troppo spesso incapace di utilizzare i fondi europei e
nazionali. Ma in questo caso è in ballo una cifra davvero
impressionante: si sfiora il miliardo e 100 milioni di euro.
Naturalmente, la responsabilità non è da ascrivere, se non in
minima parte, all’attuale struttura amministrativa, ma
evidentemente ad un sistema perverso di inefficienze che è
andato avanti negli anni, nell’immobilismo della politica, di
destra e di sinistra. Per queste ragioni oggi ho riunito tutti i
Direttori generali della Regione. Un momento di incontro e
confronto che si è reso necessario a seguito di questa notizia.
Dobbiamo capire innanzitutto se il report del Ministero coincide
con i numeri reali della spesa regionale: potrebbero verificarsi
situazioni nelle quali le risorse siano state effettivamente
spese, ma non comunicate correttamente a Roma. Ho chiesto dunque
a tutti i Direttori generali di effettuare un veloce
monitoraggio dello stato dell’arte e di presentarmi, entro la
metà della prossima settimana, un piano nel quale siano
esplicitate le risorse spese e quelle non utilizzate che
possono, con certezza, essere avviate ad esecuzione entro la
fine dell’anno.
“Ho parlato di tutto questo qualche giorno fa – dice ancora il
Governatore – con il ministro Mara Carfagna. La nostra Regione,
è questo quanto è emerso dalla mia interlocuzione col Governo,
rischia di perdere per sempre i fondi che non verranno
utilizzati per intero entro la fine del 2022. Ho, quindi,
intrapreso una trattativa con l’esecutivo nazionale per cercare
di salvare i soldi effettivamente non spesi e che la Calabria
non riuscirà a mettere in cantiere nei prossimi 10 mesi. Voglio
provare a convogliare le risorse in un Contratto
interistituzionale di sviluppo, in modo che possano essere
utilizzabili anche nei prossimi anni. Spero di riuscire a
condurre in porto questa delicata operazione. Non possiamo
permetterci di perdere neanche un euro messo a nostra
disposizione». (ANSA).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi