Bronzi Riace: Calabria e Film commission a Triennale Milano

(ANSA) – CATANZARO, 28 NOV – Nel Cinquantenario del
ritrovamento dei Bronzi di Riace, Regione Calabria e Calabria
Film Commission promuovono, il 2 dicembre, alle 18,30, un
incontro alla Triennale Milano per ripercorrere la storia di
queste due sculture, analizzare il percorso e le strategie di
valorizzazione e promozione di questo straordinario patrimonio e
la sua persistente attualità nella contemporaneità. E’0 quanto
si legge in una nota della Regione.
Le statue, conservate al Museo nazionale di Reggio Calabria,
sono state rinvenute, in un eccezionale stato di conservazione,
il 16 agosto 1972, nelle acque antistanti Riace Marina. I Bronzi
rappresentano due tra i capolavori scultorei più significativi
dell’arte greca e tra le testimonianze dirette dei grandi
maestri dell’età classica.
L’incontro – dal titolo «Archeologie future – 50 anni dal
ritrovamento dei Bronzi di Riace. Il valore dell’antico nella
contemporaneità» – proporrà, inoltre, una riflessione su come,
in generale, l’antico possa essere oggi riattivato e letto da
nuovi punti di vista attraverso i linguaggi dell’arte
contemporanea.
Intervengono: Carla Morogallo, Direttrice Generale di Triennale
Milano, Giusi Princi, Vice Presidente della Regione Calabria,
Anton Giulio Grande, Commissario Straordinario della Calabria
Film Commission, Daniele Castrizio, Professore Associato di
Numismatica Medievale presso l’Università di Messina, e Andrea
Viliani, Direttore del Museo delle Civiltà di Roma e Co-curatore
Pompeii Commitment. Materie Archeologiche. Modera Damiano Gullì,
curatore per Arte contemporanea e Public Program di Triennale
Milano. (ANSA).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi