Broker internazionale della droga ai domiciliari per rischio Coronavirus

Il broker internazionale della droga Francesco Ventrici, già condannato per narcotraffico ed altro, lascia il carcere e va a domiciliari. Questo per effetto della pandemia da Coronavirus visto che soffre di una condizione clinica che un eventuale contagio potrebbe aggravare ulteriormente. Il magistrato di sorveglianza di Reggio Calabria ha disposto, in via provvisoria, il differimento dell’esecuzione della pena nelle forme della detenzione domiciliare accogliendoi rilievi degli avvocati Giovanni Vecchio e Mirna Raschi. In particolare era stata segnalata la situazione di comorbidità “complessa che affligge il detenuto – affetto da plurime patologie croniche tra cui talune che colpiscono l’apparato respiratorio – che avrebbero, nell’ipotesi di contagio da Covid-19, messo in serio rischio la vita dello stesso. Rilievi condivisi dalla stessa area sanitaria del carcere che ha ravvisato una situazione di incompatibilità di Ventrici con la detenzione». Ventrici viene ritenuto uno dei massimi importatori in Europa di cocaina dal Sud America. (ANSA).

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi